FAQ

[001] Qual è lo scopo di DigProxy?
Lo scopo di questo servizio è quello di permettere l'accesso da qualunque postazione alle risorse elettroniche acquisite dal Sistema Bibliotecario, normalmente invece disponibili solo dall'interno della rete dell'Ateneo. Con questo sistema, le richieste di accesso provenienti dall'esterno vengono redirette verso una pagina di autenticazione prima di essere soddisfatte.

[002] A chi è rivolto questo servizio?
Il servizio è riservato ai docenti, agli studenti, al personale interno, ai dottorandi e agli assegnisti di ricerca, dopo aver richiesto l'abilitazione tramite l'apposito modulo online. Per maggiori informazioni consultare il regolamento.

[003] Posso utilizzare DigProxy per navigare in qualsiasi sito?
No. Per come è sviluppato l'applicativo, è possibile navigare solo sui siti definiti nella configurazione. Non funziona come un proxy generico (ad es. squid). Attualmente DigProxy è configurato per accedere alle risorse remote presenti nelle pagine delle risorse elettroniche e dei trial.

[004] Perché alcune risorse della biblioteca digitale non sono accessibili tramite DigProxy?
Alcune risorse sono consultabili da un solo utente per volta, perché così richiede la licenza. In tal caso si può accedere solo da alcune postazioni presenti nelle biblioteche che le hanno acquistate. Nella descrizione della risorsa è esplicitamente scritto se la risorsa è in rete o è locale.

[005] Sono abilitato al servizio, come mi posso autenticare?
È sufficiente navigare tra i link delle risorse elettroniche e, se si utilizza un PC fuori dalla rete locale del Politecnico, viene richiesto uno username e una password. Come username e password si devono utilizzare il proprio indirizzo di posta elettronica ufficiale e la relativa password. Per gli studenti vale solo l'indirizzo nella forma sXXXXXX@studenti.polito.it, eventuali alias non sono riconosciuti. Per tutti gli altri vale, al contrario, solo la forma nome.cognome@polito.it, mentre gli alias del tipo dxxxxxx@polito.it o cognome@polito.it non sono riconosciuti. In ogni caso, si deve utilizzare lo username specificato nella mail di conferma dell'iscrizione al servizio. Dopo che l'autenticazione è andata a buon fine, l'utente può iniziare a navigare sui siti remoti come se fosse all'interno della rete del Politecnico.

[006] È sicuro il passaggio delle password?
DigProxy forza la connessione per l'autenticazione su protocollo https (http sicuro) evitando qualsiasi problema di sicurezza. Il protocollo sicuro (https) viene utilizzato solo in fase di autenticazione, mentre si usa il protocollo normale (http) durante la sessione di navigazione.

[007] Il traffico effettuato tramite DigProxy viene controllato?
Al fine di evitare abusi e per fini statistici, viene effettuato un controllo quantitativo delle pagine trasferite da ogni utente. Non viene effettuato un controllo sul contenuto delle pagine.

[008] Sto utilizzando uno dei target accessibili tramite DigProxy, ma all'interno vi sono dei link a cui non posso accedere. Perché?
Navigando nei siti configurati tramite DigProxy può succedere che si tenti di accedere a pagine che richiedono autenticazione. Tipicamente accade quando si vuole visualizzare il full text di una citazione bibliografica. Questo può essere dovuto a due motivi :

 L'Ateneo non ha in abbonamento la risorsa a cui si sta cercando di accedere. Non vi sono soluzioni se non acquistare la risorsa in oggetto.
 L'Ateneo ha in abbonamento la risorsa, ma DigProxy non è configurato per accedervi. In questo caso è possibile richiedere l'inserimento della risorsa a bibli.digproxy@polito.it

[009] Di quali configurazioni del browser necessita DigProxy?
Per funzionare, DigProxy deve poter scrivere un cookie di sessione. È quindi necessario consentire la scrittura dei cookie, almeno dai siti *.ezproxy.biblio.polito.it.

[010] Lavoro al Politecnico come docente a contratto e non ho l'account di posta. Come faccio ad accedere al servizio?
DigProxy consente l'accesso alle risorse dall'esterno dopo l'autenticazione. Per facilitare l'accesso si è deciso di usare il sistema di autenticazione della posta elettronica dell'Ateneo, poiché TUTTI gli studenti e il personale strutturato hanno diritto ad un account istituzionale (compresi i docenti a contratto). Se non si possiede un indirizzo @polito.it, è possibile richiederlo (consulta le faq del servizio email).

[011] Sono stato abilitato, ma il servizio non funziona. Quando mi collego al sito di interesse mi viene richiesta una password. Perché?
Per usufruire del servizio DigProxy è necessario accedere alle risorse partendo dai link presenti sul sito del Sistema Bibliotecario. Infatti su queste pagine i link sono modificati forzando la navigazione attraverso un proxy che riconosce i PC interni e quelli esterni. Se si tenta di accedere alle risorse con dei link diretti, la navigazione non passerà dal server DigProxy e non si potrà essere riconosciuti come utenti autorizzati.
Esempio:
link diretto: http://www.edu.alinari.it/login/index.asp?languageID=... liberamente accessibile dall'interno della rete di Ateneo, ma non dall'esterno;
link filtrato: http://www.edu.alinari.it.ezproxy.biblio.polito.it/login/index.asp?languageID=... il link è in realtà di un server del Sistema Bibliotecario, che verifica la provenienza della richiesta e, se necessario, richiede l'autenticazione, altrimenti permette la navigazione liberamente.

[012] Sono uno studente. Come posso usufruire del servizio?
Gli studenti possono essere abilitati al servizio inviando richiesta tramite l'apposito modulo online. Il servizio rimarrà attivo fino alla laurea.

[013] Sono uno studente che era già stato abilitato al servizio per un periodo limitato, che è scaduto. Dato che le condizioni di utilizzo non prevedono più la scadenza fino alla laurea, posso essere abilitato di nuovo?
Si, è sufficiente richiederlo inviando una mail a bibli.digproxy@polito.it

[014] Sono parte del personale strutturato, avevo richiesto (e ottenuto) l'accesso come dottorando e adesso non riesco più ad accedere. Perchè?
Nell'archivio del Sistema Bibliotecario i dottorandi sono gestiti tramite la matricola della Segreteria Studenti (1XXXXXX ), mentre il personale strutturato è gestito con la matricola che deriva da SWAS (0XXXXX). Quando un dottorando conclude il suo corso di studi e viene assunto come personale strutturato (Tecnico Amministrativo, Docente, Assegnista di ricerca) cambia quindi matricola. In tal caso, per accedere al servizio è necessario ripetere la richiesta.

[015] Come interagiscono il servizio di VPN del Politecnico (offerto dall'AreaIT, ex CeSIT) e il servizio DigProxy?
Il servizio VPN offerto dall'AreaIT crea un canale sicuro per accedere ai computer appartenenti all'intranet di Ateneo. Non ha alcun effetto sui computer esterni all'intranet. Questo significa che l'utente che consulta una risorsa elettronica si presenta al server dell'editore con l'IP assegnatogli dal fornitore di accesso a internet (provider). Se si vuole accedere alla risorsa elettronica si deve utilizzare in modo normale il servizio DigProxy.
In alternativa, se si è connessi alla rete del Politecnico in VPN, è possibile configurare il proprio browser in modo che acceda ad internet tramite Proxy di Ateneo (proxy.polito.it porta 8080, spiegazioni per MS-Explorer e Firefox) e in questo caso accedere alla risorsa elettronica direttamente, senza dover utilizzare il servizio DigProxy.

[016] Chi posso contattare per spiegazioni, commenti etc.?
Per avere spiegazioni, segnalare malfunzionamenti e per spedire commenti si può contattare l'indirizzo di posta elettronica bibli.digproxy@polito.it.

© Politecnico di Torino - Credits