Open Access

Open Access (Accesso Aperto) significa accesso libero e senza barriere al sapere scientifico. È un movimento nato all’interno del mondo accademico  il cui scopo è riguadagnare possesso della comunicazione scientifica, offrendo libero accesso ai documenti e  rendendo possibile la circolazione e la condivisione dei risultati della ricerca. Nel corso degli ultimi 20 anni si è assistito ad un aumento esponenziale del prezzo  degli abbonamenti a periodici scientifici, mentre  biblioteche ed enti di ricerca hanno visto ridursi il proprio budget, rendendo ancora più evidente il paradosso della filiera produttiva dell'editoria scientifica:

  • gli atenei, gli enti di ricerca e gli enti finanziatori investono risorse nella ricerca;
  • i ricercatori producono articoli scientifici per diffondere i risultati della propria ricerca;
  • gli articoli sono pubblicati da editori commerciali, che in cambio della garanzia del processo di validazione scientifica (peer review, realizzata da altri ricercatori, spesso senza compenso o con compensi simbolici), pubblicano senza  retribuire l'autore;
  • le istituzioni sono costrette a pagare nuovamente per rientrare in possesso dei prodotti editoriali frutto della loro produzione scientifica.

Questo ha spinto i vari portatori di interessi (autori ed enti) a sperimentare strategie alternative all'editoria tradizionale

Link correlati

© Politecnico di Torino - Credits